Presentazione del libro di Marta Mauro_ Anna dei rimedi

Marta Mauro alla Fieste da Viarte

Anna nasce il primo gennaio del 1700 in una piccola comunità delle Alpi Orientali, zona insieme di confine e di scambi, dove la vita si snoda tra superstizioni e credenze, ma anche tra antichi saperi e saggezze. L’anno che sta finendo transita gli uomini a un nuovo secolo e il passaggio è carico di timori: mettere al mondo un figlio significa un’altra bocca da sfamare ma la nascita è anche un momento di condivisione sociale. Anna, per sorte, crescerà diversa dalle sue coetanee, sperimenterà un intenso rapporto con la natura e nonostante la sua vita sia già stata tracciata dalla famiglia, sarà capace di decidere del proprio destino. Divenuta un’esperta ‘medisinaria’ come sua madre, saprà soccorrere chi ha bisogno, senza farsi intimorire da pregiudizi e diffidenze, e saprà anche vivere l’amore e la morte, attraversandoli.

Presenterà Elena Ianni

9 giugno 2019, ore 12.00 presso Casa Cacciottoli.

Anna e nas il prin di Zenâr dal 1700 intune piçule comunitât des Alps Orientâls, zone sei di confin che di scambis, dulà che la vite si disnode tra superstizions e crodincis, ma ancje tra savês antîcs e savietâts. L’an che al è par finî al puarte i oms intun gnûf secul e chest passaç al è plen di pôris: meti al mont un fi al vûl dî une altre bocje di disfamâ ma la nassite e je ancje un moment di condivision sociâl. Anna, par sorte, e cressarà divierse des sôs coetaniis, e sperimentarà un rapuart intens cu la nature e, ancje se la sô vite e je za stade indreçade de sô famee, e sarà buine di decidi dal so destin. Deventade une ‘medisinarie’ esperte tant che sô mari, e savarà judâ cui che al à bisugn, cence fâsi spaurî dai prejudizis e des difidencis, e e savarà ancje vivi l’amôr e la muart, traviersantju.

E presentarà Elena Ianni

Ai 9 di Jugn dal 2019, aes 12.00 li di Cjase Cacciottoli.

6° Premio letterario biennale Dolfo Zorzut Paesaggi dell’anima, paesaggi della memoria. Scadenza – ore 12.00 del 15 luglio 2019

In primo piano

Il Comune di Cormons in collaborazione con l’Associazione cormonese “Amîs da Mont Quarine”, la Società Filologica Friulana, l’ARLeF – Agjenzie regjonâl pe lenghe furlane (Agenzia regionale per la lingua friulana) e con il patrocinio del Comune di Brda (Slovenia), bandisce il “PREMIO LETTERARIO BIENNALE DOLFO ZORZUT”.

Il concorso è stato ideato per ricordare lo scrittore cormonese Dolfo Zorzut le cui opere sono strettamente legate alle tradizioni, all’ambiente, alla storia ed alla cultura del territorio.

Il tema proposto per quest’anno è Paesaggi dell’anima, paesaggi della memoria ed invita i partecipanti a narrare se stessi attraverso un racconto o una poesia .

Giunto alla sesta edizione, il concorso è diviso in tre sezioni: NarrativaPoesia, e uno spazio specifico dedicato agli Studenti per incentivare la partecipazione dei giovani all’iniziativa.

Le opere potranno essere scritte in italiano, friulano, sloveno o tedesco. I lavori dovranno pervenire entro le ore 12.00 del 15 luglio 2019 e potranno essere inviati in formato digitale all’indirizzo di posta elettronica comune.cormons@certgov.fvg.it, a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno o consegnati a mano presso la Biblioteca comunale di Cormons.

I lavori saranno esaminati da una giuria qualificata che avrà il compito di individuare i vincitori delle sezioni Narrativa e Poesia ai quali andrà un premio in denaro, per il vincitore della sezione studenti è previsto invece un buono per l’acquisto di libri.

Il bando completo può essere scaricato anche dal sito del Comune di Cormons www.comune.cormons.go.it. – sezione News.

Bando premio letterario D. Zorzut_2019 (1)

 

 

RIMIS FURLANIS_PRESENTAZIONE DI GIOVANNI MINUT

La Società Filologica Friulana insieme all’Associazione Amis da Mont Quarine e all’Associazione Internazionale “Terre di Confine” di Versa, sono lieti di invitarvi alla presentazione del Libro “Rimis Furlanis”, venerdì 29 giugno ore 20, agriturismo Casa Riz a Giassico.

Giovanni Minut è stato politico, sindacalista e poeta friulano per questo a presentare la serata ci saranno due illustri professori: Ferruccuo Tassin e Luciano Patat.

 

Vi aspettiamo numerosi!

 

Minut 29 giugno 2018

FIESTE DI SAN MARTIN

Come da consuetudine, domenica 12 novembre, dalle ore 14.00 all’imbrunire, si terrà la Fieste di San Martin, nella splendida Casa Seculin Via San Rocco a Brazzano

(in caso di maltempo l’evento di svolgerà nell’Agriturismo Casa RIZ Località Giassico 18- Cormòns).

Per i dettagli vi rimandiamo agli allegati!

Festa di San Martino 2017 

invito Festa di San Martino 2017

invito Festa di San Martino 2017

 

 

 

RITORNA IL PREMIO LETTERARIO DOLFO ZORZUT – TERRE DI INCONTRI

“Terre d’Incontri”, questo è il titolo della 5° edizione del premio Biennale dedicato a Dolfo Zorzut. Dolfo Zorzut era uno scrittore cormonese appassionato di storie locali che lui scriveva in friulano a dimostrazione dell’amore per la sua terra, per la sua Cormòns, ma Dolfo è tanto di più, rappresenta la storia di questo territorio, una volta unito, poi separato che ha vissuto due Guerre devastanti, che ha subito la divisione. Divisione che ha segnato profondamente gli uomini e le donne nate qui dove era normale attraversare il Collio o Cuei e dove da un giorno all’altro ci si è svegliati con la cortina di ferro. Ecco perché proporre un premio letterario trinlingue dedicato ad uno scrittore locale diventa essenziale, noi siamo il nostro territorio, la nostra storia, le nostre radici e dobbiamo ricordacelo sempre  coltivando con fierezza questo multilinguismo, questa trasfrontalierità che potrà diventare il vero rilancio del nostro Collio.

Bando Premio letterario D. Zorzut 2017

Fieste di San Martin

Alla presenza del Sindaco di Cormòns, Luciano Patat, dell’assessore all’Ambiente Elena Gasparin, del Presidente della Provincia Enrico Gherghetta e della consigliera provinciale Patrizia Mauri è stato presentato, in occasione della Fieste di San Martin, il 13 novembre 2016 il progetto antichi Cultivar. Il progetto ha l’ambizioso obiettivo di valorizzare, sistema, riqualificare, rilanciare turisticamente un pezzo di terreno pari a 3000 metri quadrati sul Monte Quarin attraverso la messa a dimora di antichi alberi da frutto una volta ampiamente diffusi sulla collina.

Un grazie particolare va alla Provincia di Gorizia che ha messo a disposizione 5000 euro per acquisto attrezzature, pratiche burocratiche, al Comune di Cormòns, a Ersa e a tutti coloro che vorranno dare un contributo importante al progetto.

Il pomeriggio è proseguito con la conferenza del prof. Poldini che ha illustrato le caratteristiche a livello di flora del Monte Quarin

http://messaggeroveneto.gelocal.it/udine/cronaca/2016/11/15/news/raro-cresce-solo-sul-collio-e-il-ranunculus-farraensis-1.14417487?refresh_ce

http://ricerca.gelocal.it/ilpiccolo/archivio/ilpiccolo/2016/11/13/gorizia-monfalcone-un-frutteto-di-3mila-mq-sulle-pendici-del-quarin-48.html